DNA SPORT CONSULTING PER IL SECONDO ANNO PARTNER TECNICO AGLI ALTALESSINIA OUTDAYS 2018

Si è appena conclusa la seconda edizione degli AltaLessinia Outdays, tenutesi a Erbezzo, nel cuore della Lessinia, il 20, 21 e 22 luglio. Anche quest’anno DNA Sport Consulting ha partecipato all’organizzazione occupandosi della realizzazione tecnica della Marcia dell’AltaLessinia, nella giornata di sabato, e della Tzimbar Race, nella giornata di domenica. Sabato 21 è partita la Marcia dell’AltaLessinia dal centro di Erbezzo: quest’anno, vista l’esperienza della prima edizione, il team DNA ha ascoltato i pareri dei podisti e ha rinnovato completamente il percorso per garantire a tutti i partecipanti un’esperienza unica tra i panorami mozzafiato delle Prealpi veronesi. Il percorso, invece che procedere verso la città, si è spinto tra i pascoli sopra il paese, offrendo una corsa unica. Sono stati 750 i partecipanti alla marcia che non si sono fermati nonostante il brutto tempo e che hanno affrontato i due percorsi disponibili: i 6km con un dislivello positivo di +292mt e i 12km con +543mt di dislivello. Domenica 22, invece, un centinaio di atleti hanno corso la Tzimbar Race, la gara competitiva con tre differenti frazioni tecniche: trail running, mountain bike e prove cimbre. Dopo l’esperienza avuta lo scorso anno, questa originale competizione è stata migliorata, accorciando i percorsi, aumentando le prove cimbre, la frazione più caratteristica della gara, e inserendo una nuova categoria che affrontava solo due frazioni, corsa e prove cimbre. Il team DNA Sport Consulting, coinvolto solo su alcuni aspetti delle gare, si è occupato di tutta la parte prettamente tecnica, dalla fase di iscrizione e stesura del regolamento, alla segreteria organizzativa e alla gestione e presentazione dei permessi e delle pratiche. Nelle settimane precedenti l’evento il team si è occupato dell’ideazione e della tracciatura dei percorsi, studiando un percorso nuovo per i partecipanti, gestendo i volontari sul percorso e tutta la gara, dalla partenza all’arrivo. La Tzimbar Race si è caratterizzata per essere una gara unica e originale che ha messo alla prova tutti i partecipanti, da soli o in staffetta, con 10km di trail running su un dislivello di +480mt, 15 km di mountain bike con +650mt di dislivello e 5 prove cimbre, che riprendono gli strumenti di lavoro delle prime popolazioni che hanno abitato le montagne. DNA, in queste giornate di sport, ha dimostrato la grande esperienza nella tracciatura dei vari percorsi, prima quelli della Marcia e poi quelli della Tzimbar Race, e per aver gestito i volontari sui percorsi e le premiazioni di domenica; la valorizzazione del territorio è molto importante per la società che ci ha messo tutto il suo know-how e la sua professionalità per contribuire alla promozione dello sport sulle montagne veronesi.

Post: & Categoria: News dna.

DNA ANCORA UNA VOLTA MOTORE DI UN EVENTO BENEFICO

La Fondazione Salus Pueri, che da oltre 25 anni sostiene la Pediatria di Padova, per questo 2018 ha voluto dare vita a un evento a carattere sportivo per la raccolta fondi a favore dell’Ospedale dei bambini. PittaRosso, azienda che già da un anno sostiene la Fondazione, ha accolto l’idea con entusiasmo e fin da subito ne è diventata main partner, condividendone gli obiettivi e supportando attivamente l’organizzazione. Da qui è stata proprio PittaRosso a voler affidare l’incarico di realizzare l’evento a DNA Sport Consulting dato il rapporto instaurato con la PittaRosso Pink Parade. L’agenzia, entrando quindi nell’organizzazione dell’evento, si è occupata inizialmente dell’ideazione del format, della sua realizzazione e della gestione il giorno dell’evento, domenica 24 giugno.

Per dare seguito alle volontà della Fondazione e creare un evento capace di coinvolgere e sensibilizzare ragazzi e adulti verso i bisogni dei bambini ospiti della Pediatria di Padova, è stato studiato un evento con diverse stazioni, precisamente 4, a tema calcio, che ha permesso di ideare il pay off “Segna il goal della vita”, in grado di coinvolgere e far giocare i ragazzi dai 6 ai 14 anni. Come luogo è stata scelta la centralissima Piazza delle Erbe e la vicina Piazza dei Frutti, ricreando tra le altre cose due campi in erba sintetica che hanno contribuito a creare un bel colpo d’occhio. Il team DNA Sport Consulting, approvato il progetto, si è occupato della sua realizzazione in tutte le fasi: dalla realizzazione del logo e dell’immagine grafica coordinata per trasmettere al meglio il messaggio e le finalità dell’evento, alla consulenza per i permessi e le pratiche burocratiche, alla gestione del portale iscrizioni, fino alla promozione dell’evento. Essendo un evento nuovo e diverso dal solito, la promozione è stata mirata attivando il canale delle scuole, con la distribuzione delle cartoline promozionali nelle scuole del Comune di Padova e nei comuni limitrofi, contattando le società sportive, soprattutto quelle di calcio e invitandole a partecipare con la loro squadra, e infine presenziando ai principali eventi sportivi padovani per raggiungere un pubblico più generalista. DNA Sport Consulting si è inoltre occupata delle relazioni istituzionali con gli enti sportivi: il CONI comitato regionale Veneto, Assindustria Sport Padova, il CSV Padova, il CSI e la UISP hanno accolto con entusiasmo l’evento e hanno collaborato a diversi livelli, promuovendo l’iniziativa tra i loro membri, mettendo a disposizione volontari e ben 2 allenatori, come nel caso della FIGC e tirocinanti, come l’Università degli Studi di Padova. Grazie a DNA Sport Consulting tutti i bambini partecipanti a Play for Kids hanno indossato un completino da calcio marchiato Legea, che è diventato sponsor tecnico, e l’evento ha visto la media partnership di Radio Padova, che ha seguito l’evento con notizie redazionali, una campagna promo pubblicitaria e mettendo a disposizione lo speaker durante l’evento.

Tutto il lavoro di alcuni mesi ha preso vita in Piazza delle Erbe e Piazza dei Frutti a Padova nella giornata di domenica 24 giugno. Dalla mattina alla sera, i ragazzi hanno giocato e si sono sfidati sui campi di erba sintetica e hanno respirato l’aria sportiva e di solidarietà per i loro coetanei meno fortunati. Il team DNA presente in loco ha gestito tutta la giornata dell’evento, dall’allestimento del villaggio, al back office sponsor, al coordinamento dei volontari e del personale addetto alle iscrizioni, alle aree sportive e alla supervisione generale per il successo dell’evento. Il momento più importante della mattinata di Play for Kids ha visto la partecipazione dei responsabili della Fondazione Salus Pueri che operano all’interno della Pediatria di Padova, l’amministratore delegato di PittaRosso Andrea Cipolloni, l’Assessore allo Sport del Comune di Padova Diego Bonavina e l’ex calciatore Pippo Maniero. Un momento istituzionale che ha dato un valore e un segnale forte ai partecipanti.

Play for Kids è un evento che, essendo alla prima edizione, ha avuto molto successo e ha raggiunto un obiettivo importante per la Fondazione, PittaRosso e DNA Sport Consulting, che ancora una volta ha dimostrato professionalità nell’ideazione e gestione di eventi nuovi e creati ad hoc per rispondere a un’esigenza precisa e importante, come quella della solidarietà verso i bambini.

Post: & Categoria: News dna.

UNA SQUADRA CHE FA RETE PER LA VERONA FORCE RUN

La Verona Force Run, giunta quest’anno alla 4a edizione, ha affrontato con successo la sfida più grande, quella del cambio location. Da un percorso cittadino, che invadeva i bastioni di Verona, con il villaggio situato a San Zeno, quest’anno si è passati al Parco dell’Adige Sud, con villaggio al Fondo Rustico Giarol Grande, immersi nella natura e nel verde. Gli ingredienti fondamentali però non sono cambiati, sintomo della professionalità che ormai è parte integrante del team: collaborazione e progettazione, il tutto unito a fango, adrenalina e tanto entusiasmo.

L’organizzazione dell’evento è in capo a Running Festival ASD con tutto il team DNA Sport Consulting completamente focalizzato sulla buona riuscita dell’evento.

Anche quest’anno i percorsi sono stati tre, tutti differenti per kilometri e ostacoli: per primi sono partiti gli atleti che hanno affrontato il percorso HARD di 13,5 km con 20 ostacoli, riconfermato tappa del Campionato Italiano OCR, a seguire chi ha corso il ROCK di 12 km e per ultimi i partecipanti alla FAST, la più goliardica di 6km.

Da una parte il cambio di location, dall’altra la riconferma come tappa del Campionato OCR, hanno motivato l’organizzazione a studiare un percorso adatto e inserire tanti ostacoli nuovi, in grado di soddisfare anche gli atleti più esigenti. Il settore produzione evento ha quindi iniziato a lavorare in anticipo per poter studiare i percorsi e gli ostacoli migliori. Ancora prima, sul finire dell’autunno, i lavori sono cominciati anche negli uffici commerciale, comunicazione e segreteria, con l’apertura delle iscrizioni online e la ricerca degli sponsor. Una scelta strategica, rivelatasi vincente, è stata quella di aprire le iscrizioni prima di Natale, avviando contestualmente anche la campagna di comunicazione e promozione, quest’anno quasi completamente online, con la maggior parte del traffico generato sulla pagina Facebook e l’apertura dell’account Instagram. Questa scelta ha dato sicuramente un buon esito, aumentando la notorietà della pagina Facebook da 4.071 “mi piace” di inizio dicembre ai 5.231 attuali con interazioni sempre maggiori con l’avvicinarsi dell’evento. Per questa 4a edizione si sono riconfermati numerosi partner che anche l’anno scorso avevano sostenuto la gara: i supplier sono Ecodem, azienda che si occupa di demolizioni e che ha fornito le vasche utilizzate sul percorso, Edil CDP, ditta di costruzioni e impalcature, che si è occupata di realizzare alcuni ostacoli, Polo Nord ha fornito il ghiaccio per November, l’ostacolo delle vasche di ghiaccio, Mastertent, con i suoi gazebo ha permesso di allestire un villaggio ad hoc per l’evento, e Ferrari Antincendio ha messo in sicurezza il villaggio. Supporter è AGSM, green partner Amia e Acque Veronesi. Come fornitori ufficiali Recoaro, che ha dissetato i forcer durante la corsa e al ristoro finale, e NaturaSì che ha permesso ai forcer di ricaricare le energie con la sua frutta fresca.

Tornando alla sua organizzazione, la Verona Force Run si riconferma essere un evento in grado di coinvolgere e attrarre numerosi enti, associazioni e realtà differenti, unite con l’obiettivo comune della buona riuscita dell’evento. La manifestazione è patrocinata dall’Assessorato allo Sport e Tempo Libero del Comune di Verona e da quest’anno sono intervenuti anche l’Assessorato all’Ambiente, per la location, e quello all’Istruzione, per la Verona Force Run KIDS. Il villaggio della Verona Force Run ha preso vita all’interno del Giarol Grande, oggi gestito dall’ATI, e nello specifico sono state coinvolte le cooperative 8Marzo per la costruzione di alcuni ostacoli e Biosphaera per i laboratori per i bambini. Al percorso hanno lavorato tantissime persone, aziende e privati della zona che hanno dato il loro contributo permettendo il passaggio nelle proprietà e consentendo la costruzione degli ostacoli. Tra questi anche il FAI Verona che dato la possibilità di posizionare due strutture nel parco del Lazzaretto. Il giorno della gara sul percorso erano presenti numerosi volontari dei gruppi podistici veronesi e degli scout, che hanno prestato servizio come giudici agli ostacoli e personale di assistenza. L’ostacolo più suggestivo della gara, esclusivo per il percorso ROCK, ovvero l’attraversamento del fiume a bordo dei gommoni, è stato gestito interamente dagli esperti dell’Adige Rafting Verona e del Canoa Club.

Quest’anno le novità sono state davvero tante: per la prima volta anche i più piccoli, con la Verona Force Run KIDS, si sono potuti dilettare in una corsa ad ostacoli pensata unicamente per loro: in 150 hanno affrontato il percorso sfidandosi ad arrampicarsi sulle corde, saltare, strisciare nel fango e trascinare pesi. Questi numeri, sommati ai 1.500 forcer che domenica 17 giugno hanno oltrepassato la finish line al Giarol Grande, sono un numero importante, motivo di orgoglio per DNA per un progetto tanto importante quanto impegnativo.

Grazie alla collaborazione con diverse realtà, DNA ha potuto mettere in piedi un progetto completo che ha raccolto il consenso dei partecipanti, delle istituzioni, della Federazione e delle altre realtà coinvolte che hanno apprezzato la competizione in ogni sua sfaccettatura. Tanti infatti sono stati i complimenti ricevuti sia il giorno stesso dell’evento, sia sui social nei giorni successivi: una gara che è stata definita “la miglior gara del campionato” e che ha alzato il livello di soddisfazione dell’intero team.

La Verona Force Run si è quindi rivelata davvero un successo su tutti i fronti, un successo basato sulla collaborazione, sulla capacità di fare rete, il duro lavoro e la professionalità che caratterizza il team e che porterà l’edizione del 2019 a superare ancora più ostacoli.

Post: & Categoria: News dna.

SOCIAL


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


INSTAGRAM


ULTIMI TWEET

Facebook

Twitter

Vimeo