ULTIME NOTIZIE DAL BLOG

DNA SPORT CONSULTING ORGANIZZAZIONE TECNICA DEL ALTALESSINIA OUTDAYS

DNA Sport Consulting è stata coinvolta nell’organizzazione tecnica dell’evento AltaLessinia Outdays, tre giorni di sport all’aria aperta nel cuore della Lessinia, che si tengono il 21, 22 e 23 luglio a Erbezzo.

«Partecipare all’organizzazione della prima edizione della Marcia dell’Alta Lessinia e del primo triathlon Tzimbar Race – dichiara Nicola Schena, amministratore unico di DNA Sport Consulting – è stato motivo di orgoglio perché significa valorizzare il territorio e contribuire alla promozione dello sport all’aria aperta e sulle montagne veronesi».

Durante il fine settimana due gli appuntamenti sportivi: la Marcia dell’Alta Lessinia e la Tzimbar Race, la vera novità per vivere in modo completamente nuove le montagne veronesi. La Tzimbar Race è stato il primo triathlon dell’Alta Lessinia, dove il nuoto è stato necessariamente sostituito, e si è scelto di farlo con prove cimbre studiate sulle attività svolte dalle popolazioni che per prime hanno abitato le montagne. Gli atleti hanno dimostrato tutta la loro resistenza nel trail running e nella mountain bike e la forza, l’abilità e la precisione nelle prove cimbre, che si sono inserite come una vera particolarità e originalità nella gara.  Dopo i 12 km di trail running con +560 mt e i 20 km di mountain bike con un dislivello di +890 mt, i triatleti hanno affrontato le 3 prove cimbre: per la prima prova dovevano trasportare ceppi di legno con una carriola, per la seconda tagliare la legna con una sega a mano e per ultimo il tiro a bersaglio con la fionda. La Tzimbar Race è stata quindi l’occasione per tutti gli appassionati di triathlon, gli atleti e gli amanti della montagna di mettersi alla prova in una gara unica che ha riportato indietro nel tempo, a quando i Cimbri sono giunti su queste montagne.

La Marcia dell’Alta Lessinia, invece, è stata la corsa podistica ludico motoria che ha contato 1.000 partecipanti sui due percorsi, 6 km con un dislivello positivo di +375 mt e 12 km con +570 mt, che li hanno portati a correre tra le contrade, i pascoli e i sentieri nei boschi della Lessinia, lontano dal caldo della città.

Tre giorni che hanno richiamato oltre 5.000 partecipanti per un programma ricco di emozioni e di sport, per scoprire l’Alta Lessinia con uno spirito differente. Lo staff DNA Sport Consulting ha dimostrato ancora una volta competenza e professionalità nel gestire l’organizzazione delle gare, dei ristori e delle premiazioni finali.

 

Post: & Categoria: News dna.

Verona Force Run: dall’inserimento nel Campionato Italiano OCR al successo di tutta una squadra!

La Verona Force Run, arrivata alla terza edizione, è diventata quest’anno tappa del Campionato Italiano OCR (Obstacle Course Race) triplicando le possibilità di partecipazione: 12 km per la gara competitiva e per i forcer, così sono stati chiamati i partecipanti, più audaci, e 5 km per chi ha voluto mantenere lo spirito goliardico. La Verona Force Run nasce in risposta al successo che la disciplina OCR sta riscuotendo: l’unione della corsa con il superamento degli ostacoli quali prove di forza, appendimenti, esercizi di equilibrio e agilità, mutuando gli esercizi del functional training, ha portato a oltre 28.000 i finisher nel 2016, dato destinato sicuramente ad aumentare dato l’interesse generale.

La Verona Force Run, organizzata nella sua globalità da DNA Sport Consulting, è un evento complesso, che richiede un’organizzazione attenta e puntuale per la particolarità e complessità del percorso sia nella fase di ideazione, sia di gestione il giorno della gara. La macchina operativa della Verona Force Run, quindi, si è messa in moto molti mesi prima quando tutto il team DNA ha cominciato a lavorare sulle diverse aree di competenza. Il punto di forza per la buona riuscita dell’evento, che ha portato 1.200 aspiranti forcer a sfidarsi sui Bastioni di Verona, è stato la capacità di fare sistema con le diverse realtà coinvolte, che ha portato a individuare gli attori principali con al centro l’ASD Running Festival per l’organizzazione sportiva. La Verona Force Run si corre sui Bastioni di Verona, rivalutando e restituendo alla città un’area dall’alto valore storico-architettonico, spesso dimenticata dagli stessi veronesi, ripulita e riqualificata dall’importantissima collaborazione con Amia e Legambiente. Un altro importante tassello nel sistema Verona Force Run è stato svolto dalle aziende che hanno partecipato come fornitori: da una parte aziende del territorio veronese che hanno contribuito alla creazione degli ostacoli, PoloNord, Ecodem e Edil CDP, dall’altra aziende che hanno contribuito alla fornitura per i ristori e il pacco gara offerta a tutti i forcer, Vigorsol Easy, NaturaSì e Noberasco. Un’altra importante collaborazione è nata con il Canoa Club, che ha messo in sicurezza il percorso nell’Adige, gli esercizi commerciali di San Zeno, coinvolti il sabato e la domenica per il transito delle persone, e la comunità del quartiere che ha partecipato in forma volontaria alla corsa. Autosilver, come official car, ha personalizzato l’ostacolo delle gomme, mentre Merrel, Skins e Volchem, sponsor del Campionato, hanno fornito i premi per i primi classificati. Ai ristori acqua e Red Bull per dare la giusta dose di energia ai partecipanti. Un sistema, quello della Verona Force Run, che ha coinvolto anche la palestra Area E di Castel d’Azzano per la preparazione atletica dei partecipanti.

La comunicazione della Verona Force Run si è basata interamente sull’allenamento delle Force Army americane da cui è stato sviluppato il piano comunicazione, sia sulla stampa tradizionale che tramite social network, la realizzazione grafica dei materiali e la produzione dei video promo. Lo storytelling nella fase di promozione e divulgazione e l’ambientazione il giorno dell’evento, hanno rispecchiato lo spirito e il lessico utilizzato negli addestramenti militari: gli “allenamenti” sono diventati “addestramenti”, le “batterie di partenza” erano “army”, l’alfabeto fonetico NATO ha dato i nomi agli ostacoli, tutto per coinvolgere in un particolare mood i partecipanti che sono entrati pian piano nello spirito fino all’immersione nella giornata dell’evento, come si vede percepisce dalle immagini.

Verona Force Run si è dimostrata un successo di tutta una squadra, che merita un ringraziamento particolare, nata con uno scopo comune: quello di offrire ai partecipanti accoglienza, entusiasmo, divertimento, competizione e professionalità. Un successo che ha trovato ampio spazio anche su giornali, tv e radio per l’originalità e particolarità della gara. 

Al link il video per rivivere la Verona Force Run 2017.

 

Post: & Categoria: News dna.

Pagina 1 di 2112345...1020...Ultima »

SOCIAL


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


INSTAGRAM


ULTIMI TWEET

Facebook

Twitter

Vimeo